Quando si è colpiti da una malattia, o anche solo si entra in contatto con le angosce e le paure dei genitori o dei parenti di persone malate, si scopre quanto sia importante la salute, la qualità della vita e il benessere delle persone. Queste esperienze  stimolano a fare qualcosa per aiutare chi è in una situazione di bisogno, e a riscoprire il senso della propria vita.

Tremila chilometri per i bimbi del Mayer

Obiettivo

Raccogliere fondi per l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Attività

Carlo Pellegrini, professore di educazione fisica all’Itis G. Marconi di Pontedera, cinquantasette anni, ha percorso in bici quasi tremila chilometri da Puerto Monte, in Cile, a Ushuaia in Argentina in poco meno due mesi. Perché? Il più piccolo dei suoi quattro figli, è costretto a fare alcuni accertamenti a seguito di un forte dolore al femore. “Nell’attesa di scoprire che, per fortuna, era solo un’infiammazione, ho vissuto le angosce e le paure di quei genitori che invece si sentono dare responsi molto diversi”, racconta Carlo. Ecco perché i duemilasettecento euro raccolti in rete durante e dopo il suo viaggio sono stati destinati soprattutto al progetto di costruzione di alloggi per le famiglie dei bimbi ricoverati a lungo termine, che vengono da altre parti dell’Italia.
Un obiettivo importante che ha convinto Carlo ad aprire una pagina Facebook e una Instagram, con l’aiuto dei suoi due figli più grandi, Alessandra e Francesco, per documentare e condividere con i donatori le tappe della sua traversata.
Cosi Carlo oggi porta avanti nelle scuole anche una campagna di sensibilizzazione alla tutela dell’ambiente e dei luoghi più vulnerabili, promuovendo tra i giovani un’idea alternativa di vacanza, ispirata all’ecologia e alla lentezza.
“Non e stato facile per la mia famiglia accettare la mia partenza, ma hanno capito che dovevo partire”, dice Carlo. Orgoglioso del fatto che, un giorno, “anche i miei nipoti mi ricorderanno come il nonno pazzo che se ne andava in giro per il mondo, da solo con la sua bicicletta!”

Ambito territoriale: Patagonia