Foto di Jasmin Sessler da Pixabay

Uniti per un pianeta pulito

Secondo l’ultimo rapporto dell’International Solid Waste Association (l’associazione mondiale che riunisce gli operatori del settore trattamento e smaltimento rifiuti), attualmente nel mondo vengono prodotti circa 4 miliardi di tonnellate di rifiuti ogni anno. Senza un’azione urgente per un pianeta pulito, entro il 2050 i rifiuti globali aumenteranno del 70 per cento rispetto ai livelli attuali. La cattiva gestione dei rifiuti sta danneggiando la salute umana e gli ambienti locali. Da diversi anni sono nate molteplici iniziative a favore della pulizia del nostro pianeta, come World Cleanup Day, il cui scopo finale è sensibilizzare la comunità sullo spreco dei rifiuti.

Obiettivi: Superare qualsiasi barriera culturale e unire le persone assieme per ripulire il mondo dai rifiuti e mantenerlo pulito attraverso il piano di riduzione dei rifiuti globale per un pianeta pulito.

Attività: Il 19 settembre si è svolta la giornata mondiale della pulizia, World Cleanup Day, dove milioni di volontari di 180 paesi diversi si sono riuniti per ripulire il mondo dai rifiuti.
L’iniziativa prende spunto dall’imprenditore estone Rainer Nõlvak che, ormai più di dieci anni fa, nel 2008, organizzò un evento a livello nazionale per sensibilizzare la popolazione sulla diffusione e sull’abbandono dei rifiuti in aree rurali e naturali. Alla manifestazione parteciparono circa 50.000 cittadini estoni che, grazie al lavoro di tutti, riuscirono a ripulire le foreste e le aree verdi del paese da circa 10.000 tonnellate di rifiuti.
La riuscita dell’iniziativa spinse anche altri paesi, come Lettonia, Lituania, Slovenia, Francia, Italia, Moldavia, Portogallo, ecc. ad organizzare un evento simile.
Nel 2012 nasce quindi l’organizzazione non governativa Let’s Do It! World che unificò tutte queste iniziative di per sé separate in un’unica giornata, il World Cleanup Day.

La prima giornata mondiale si tenne il 15 settembre 2018, dove quasi 18 milioni di persone di 157 paesi si sono schierati contro il problema della spazzatura globale raccogliendo 88.500 tonnellate di rifiuti.
L’obiettivo della giornata è di unire la comunità globale, sensibilizzare e attuare un vero cambiamento per raggiungere il vero obiettivo finale che vuole superare ogni barriera religiosa e differenze culturali per un pianeta pulito e sano.
Ognuno di noi può prendere parte all’azione partecipando a una delle azioni organizzate nella propria città o, ancora meglio, è possibile organizzare nel proprio paese un’azione di pulizia invitando i cittadini, le associazioni e gli enti ad unirsi all’azione di pulizia e usare l’applicazione World Cleanup per mappare i rifiuti della propria città. Lo scopo di questa grandissima azione civica è rendere consapevoli e riuscire a creare un senso di responsabilità nelle persone per far sì che le buone abitudini vengano mantenute anche durante il resto dell’anno. Dopotutto, tenere pulito è molto più semplice che pulire.

Ambito territoriale: mondo intero.