Il carcere è un luogo di ingiustizie, ma può diventare anche il luogo in cui comprendere come si può cambiare la storia della propria vita. E questo riguarda i detenuti, ma anche i volontari che dentro al carcere scelgono di affiancarli nei loro percorsi di studio e di recupero.
Particolarmente significativa in questo senso è l’esperienza di uno studente dell’Università Roma Tre, che ha deciso di sviluppare un’attività di tutoring rivolta a studenti detenuti nel carcere di Rebibbia.

In mezzo ai detenuti per capire le ingiustizie

Obiettivo

Promuovere tutoring per studenti detenuti nel carcere di Rebibbia.

Attività

Michele Tufano, venticinque anni, originario di Pomigliano d’Arco (Na), studia Relazioni internazionali e partecipa a un progetto di tutoring per studenti detenuti nel carcere di Rebibbia con l’Università Roma Tre.
Quando sono arrivati per la prima volta in carcere, li hanno trascinati in teatro a vedere uno spettacolo. “Eravamo circondati da centocinquanta detenuti; quando si sono alzati tutti in piedi commossi per applaudire, abbiamo capito che non eravamo in mezzo a criminali, ma a persone” racconta Michele. 
Poiché per laurearsi in Giurisprudenza servono almeno cinque anni, i detenuti che studiano con me diritto pubblico sono tutti condannati a pene severe, hanno alle spalle reati pesanti; eppure sono tutti preparati, motivati, e grazie a loro capisci tanto. L’esperienza serve a loro, ma serve soprattutto a noi”.
Ad esempio, c’è Antonio che scrive racconti straordinari, e ha realizzato un progetto su come cambia l’amore in carcere; e poi Alessio, finito dentro per spaccio, che una volta uscito ha deciso di continuare gli studi.
“Questa esperienza condizionerà molto le mie scelte; uno come me che studia relazioni internazionali alla Luiss pensa di poter cambiare il mondo a vent’anni. Ora che le ingiustizie le ho toccate con mano, perché il carcere è un luogo di ingiustizie, di chi le commette e di chi le subisce, so che non posso accontentarmi di diventare parte del problema”.

Ambito territoriale: Roma – Italia