A Bologna la tutela delle aree verdi in città e in collina ha consentito di salvare due importanti giardini nel quartiere Santo Stefano, che si è deciso di valorizzare anche attraverso un corretto utilizzo. Per questo cittadini e Comune hanno sviluppato un’alleanza tesa ad una pulizia e manutenzione integrativa sistematica, svolta da alcuni volontari, che assicurano anche l’apertura e chiusura degli stessi in orari programmati.

Cittadini volontari per l’apertura e la chiusura di giardini

Obiettivo:

Micro-pulizia integrativa delle aree verdi Lavinia Fontana e Santa Teresa Verzeri di proprietà comunale situate nel territorio del quartiere Santo Stefano, con finalità di cura integrativa. Si prevedono inoltre l’apertura e la chiusura dei cancelli di accesso, allo scopo di consentire la fruibilità di dette aree nelle ore di apertura diurna e nel rispetto degli orari prefissati.

Attività:

Il patto è stato prorogato, proroga inclusa nel patto di collaborazione allegato.
I cittadini proponenti del presente patto si offrono, a titolo di volontariato, di occuparsi degli interventi di apertura e chiusura dei giardini Lavinia Fontana e Santa Teresa Verzeri, secondo le seguenti modalità.

Forme di sostegno da parte del Comune di Bologna:

  1. l’utilizzo dei mezzi di informazione dell’Amministrazione Comunale per la promozione e la pubblicizzazione delle attività;
  2. la fornitura, tramite l’Ufficio per la promozione della Cittadinanza Attiva, in comodato d’uso dei seguenti materiali utili alla realizzazione degli interventi di micro-pulizia integrativa: 2 pinze (1 per giardino), 2 scope (1 per giardino), 2 palette (1 per giardino), 4 paia di guanti (2 per giardino), 2 rastrelli (1 per giardino), sacchi.

Ambito territoriale: Bologna, quartiere Santo Stefano

E’ stato formalizzato un patto di collaborazione con il Comune di Bologna.