Prendiamoci cura della Città – Quartiere Santo Stefano

Bologna è famosa in tutto il mondo per il suo centro storico e soprattutto per i suoi lunghissimi e bellissimi portici. Per tanti diversi motivi, però, a volte capita che non viene curato come dovrebbe. Alcuni residenti del quartiere Santo Stefano si sono riuniti per ri-dare valore al territorio e sensibilizzare i cittadini sul tema.

Obiettivo: Intraprendere interventi di cura della Città e della zone intorno alla propria abitazione per renderla vivibile a tutti.

Attività: Il gruppo informale di cittadini Bologna Vivibile ha sottoscritto un patto di collaborazione per effettuare degli interventi di cura che insistono su varie zone del territorio cittadino e per sviluppare degli interventi per la promozione della convivenza civica.
In particolare il gruppo di cittadini residenti nella zona tra piazza Aldrovandi, porta San Vitale e area Universitaria propone di effettuare, nella medesima zona:

  • pulizia dei portici di alcune aree del centro storico e relativa sensibilizzazione della cittadinanza
  • creazione di un depliant descrittivo sulle regole di serena convivenza
  • tinteggiatura di muri e colonne delle vie San Vitale, Acri, Vinazzetti, Bibiena, Belle Arti, con attività di sensibilizzazione e diffusione delle informazioni
  • apposizione di targhette o timbri con una breve descrizione a fine didattico
  • accompagnamento Pedibus per le scuole Zamboni
  • attività culturali, di socializzazione e conoscenza del territorio in piazza Aldrovandi, da aprile ad ottobre, promozione e comunicazione sui social
  • passeggiate storiche con esperta appartenente all’Associazione
  • interventi teatrali gratuiti al cui interno si svolgeranno scambi e baratti per favorire il riuso e il riciclo, da svolgersi prevalentemente in Piazza Aldrovandi
  • promozione bici sicura.

Il Comune di Bologna si impegnerà a garantire:

  • semplificazioni di carattere procedurale in relazione agli adempimenti che i Cittadini attivi devono sostenere per l’ottenimento dei permessi strumentali alla realizzazione delle azioni concordate, agevolazione delle iniziative di promozione e di autofinanziamento volte al reperimento di fondi, o funzionali ad aumentare il coinvolgimento della cittadinanza nelle azioni di cura condivisa;
  • accesso all’utilizzo degli spazi comunali, in particolar modo le sale di Quartiere, a titolo gratuito, temporaneo e non esclusivo
  • un contributo di carattere finanziario, a titolo di parziale copertura delle spese da sostenere per far fronte a necessità non affrontabili con sostegni in natura, come meglio specificato nell’avviso pubblico, nel limite massimo di Euro 2.373.

Ambito territoriale: quartiere Santo Stefano, Bologna.