Gira la cartolina

Viaggiare a scopo ricreativo o di istruzione è il metodo più efficace per scoprire nuovi mondi, nuove persone e nuove culture. A volte, però, si tende a seguire sempre gli stessi percorsi, perdendo la voglia di scoprire nuovi posti e dimenticandosi di vivere appieno ciò che ci circonda. A Bologna un gruppo di amici si è riunito per regalare una narrazione insolita della città, mostrando il suo lato nascosto, intimo, e quotidiano grazie al punto di vista di chi la città l’ha vissuta con una consapevolezza diversa attraverso l’itinerario gira la cartolina.

Obiettivo: Far conoscere la città di Bologna sotto il punto di vista di chi la vive.

Attività: Bologna, capoluogo dell’Emilia-Romagna, è una città piena di ricchezze da offrire: è città d’arte, di storia, cultura, e anche città verde grazie ai suoi colli e ai suoi parchi e giardini nascosti all’interno della città. Ma soprattutto Bologna è bella perché è viva e custodisce storie nei cuori di chi la vive.
Dagli incontri settimanali di un gruppo di cittadini che si ritrovavano al Laboratorio di comunità Scalo è nata l’idea di progettare percorsi urbani da proporre tanto ai cittadini quanto ai turisti di passaggio per Bologna. Tre accompagnatori, Biagio, Samanta e Beppe, vi proporranno un itinerario diverso dal solito e vi racconteranno la città sotto un punto di vista alternativo. Come si legge dal loro sito, “il progetto infatti si vuole inserire nelle proposte turistiche della città di Bologna con itinerari dove a essere valorizzato non è il luogo o il monumento, ma il punto di vista di chi lo racconta: esperienze concrete di chi ha vissuto quei luoghi, emozioni, poesie e curiosità sono gli ingredienti dei racconti delle varie tappe”.
Gli itinerari cercano di dare centralità al rapporto della persona con la città, al punto di vista soggettivo ed esperienziale di ognuno degli accompagnatori che ridefinisce Bologna come città relazionale e in continuo cambiamento.
Il progetto è nato anche grazie al contributo di tanti altri soggetti, quali Insieme per il Lavoro, Comune di Bologna, Città Metropolitana, Arcidiocesi di Bologna, il consorzio Arcolaio e la cooperativa sociale Piazza Grande.

Ambito territoriale: Bologna