L’Italia è un paese che offre una vasta gamma di bellezze dal punto di visto storico, architettonico, artistico, culturale, culinario, sociale. Chi ha una disabilità, ad esempio visiva, rischia ingiustamente di non potersi godere questo patrimonio, così un architetto siciliano si è impegnato per rendere accessibile la visita della sua città, Catania, a tutti.

Obiettivo
Dare la possibilità alle persone disabili di poter vivere appieno la città di Catania.

Attività
Gaetano Manuele è un architetto di 45 anni originario di Scordia (Ct) che ha ideato una mappa della città di Catania fatta con i suoni più rappresentativi della sua identità. L’architetto ha creato un archivio dei suoni caratteristici (come l’acqua delle fontane, vocio dialettale, il traffico urbano, il verso di un capodoglio che nuota nel golfo, il respiro dell’Etna) per far conoscere la città ai turisti in modo alternativo, ma soprattutto per offrire una guida sonora a chi ha una disabilità visiva, così che i suoni possano aiutare a orientarsi tra le vie della città e individuare i luoghi in cui ci si trova. La mappa, infatti, segnala oltre 500 suoni di siti di maggior interesse storico, artistico, culturale, religioso e folkloristico, ed è disponibile sia sul blog ufficiale, sia su Google Maps (grazie a delle playlist Youtube che trasmettono i suoni ininterrottamente).
Sono previste ben sette sezioni, quali: Suoni d’arte, Luoghi della città, Festa di Sant’Agata, Trasporto pubblico, Suoni dell’associazionismo, Frammenti di quotidianità, Traffico Urbano.
Uno dei suoni più frequenti a Catania è infatti il rumore del traffico, perciò l’idea di Gaetano si propone essere soprattutto una denuncia per proporre un’alternativa di mobilità, la soft mobility, a piedi o in bici.

Ambito territoriale: Catania