Una biblioteca non è solo un servizio per il prestito e la lettura dei libri. In tal senso la Sala Borsa di Bologna rappresenta un’esperienza di particolare rilievo. Questo grazie anche al contributo di un gruppo di cittadini, “BiblioBologna“, che, in collaborazione con la biblioteca, ha promosso molteplici iniziative: il mercatino dei libri salvati dal macero, il restauro e il recupero di libri usati, i corsi per facilitare l’uso del computer, gli eventi per far conoscere alcuni fatti storici e la cultura prodotta dai cittadini del territorio. Tutte queste attività sono anche occasioni di incontro fra giovani, anziani e fra persone di culture diverse.

Bibliobologna

Obiettivo

Informare i cittadini sulle opportunità culturali ed alcuni eventi storici del territorio; recuperare la cultura prodotta dai cittadini e che non è conosciuta; combattere la solitudine delle persone. Ci si propone di valorizzare la Piazza coperta di Sala Borsa, come luogo di scambio di idee, di incontro e di socializzazione.

Attività

  • attivazione, presso la Sala Borsa, di un mercatino dei libri, in parte recuperati dalla Biblioteca per evitare che vadano al macero, in parte donati dai cittadini. Tale mercatino, che funziona un pomeriggio alla settimana, rappresenta anche un luogo di incontro e di socializzazione;
  • attività di restauro e recupero dei libri usurati, o in cattive condizione;
  • iniziative per far conoscere alcuni fatti storici e la ricchezza culturale del territorio, valorizzando in particolare la cultura prodotta dai cittadini; 
  • attività di facilitazione dell’uso del computer, nell’ambito del progetto regionale “Pane e Internet“, attraverso brevi corsi svolti da volontari in 3 postazioni. Tale attività rappresenta anche un’occasione di incontro fra giovani e anziani e fra persone di culture diverse;
  • promozione di relazioni fra volontari ed utenti, che durano nel tempo. In alcuni casi tali corsi diventano anche occasioni di orientamento professionale.

Ambito territoriale
Bologna

E’ stato formalizzato un patto di collaborazione con il Comune di Bologna.