La questione dell’inquinamento degli oceani è sempre più evidente. A volte ci sentiamo impotenti di fronte a questa emergenza. E’ venuto il momento di reagire cercando di promuovere tutte le iniziative tese ad avere un mare più pulito e un ecosistema in equilibrio. Federica Brignone, campionessa di sci, ha deciso di utilizzare la sua notorietà per condividere con le nuove generazioni le informazioni su quello che sta accadendo nel nostro pianeta, al fine di promuovere tutte le iniziative utili a gestire tali problematiche.

Traiettorie liquide, l’impegno per gli oceani

Obiettivo

Ripulire l’oceano dall’inquinamento, al fine di valorizzare la sostenibilità degli ambienti che ci circondano.

Attività

Federica Brignone, campionessa mondiale di sci, si impegna nel tema della sostenibilità, che le sta a cuore. Il progetto che porta avanti si intitola “Traiettorie liquide” ed è dedicato all’inquinamento del mare. Non è sola in questa battaglia: ad affiancarla, infatti, c’è Giulia Mancini, ideatrice del progetto. L’auspicio è:
  • rimuovere dalle acque plastica e altro materiale nocivo per il nostro ecosistema;
  • sensibilizzare la collettività su molte tematiche quali il surriscaldamento globale, responsabile della diminuzione di CO2 nell’aria e della conseguente acidificazione degli oceani. Tutto ciò implica una diminuzione della quantità del pescato, il degrado dell’ambiente marino con conseguenze inevitabili sugli ecosistemi;
  • condividere con i giovani le informazioni sul tema della difesa degli oceani e della biosfera.
Ambito territoriale Milano Fonte Buone Notizie, Supplemento del Corriere della Sera, 11 dicembre 2018